HOME / Costruire un Futuro per le Donne Vittime di Violenza

Costruire un Futuro per le Donne Vittime di Violenza

Il contrasto alla violenza di genere è il tema scelto per la nuova iniziativa che si svolgerà nel corso di tutto il 2021.

Il fenomeno della violenza di genere, che vede le donne come principali vittime, è molto complesso poiché si manifesta in diverse forme - fisica, sessuale, psicologica, economica, emotiva - ed interessa donne di età, appartenenze socioculturali e provenienze etniche molteplici.

In base agli ultimi dati Istat disponibili, si stima che siano 8 milioni 816mila (43,6%) le donne fra i 14 e i 65 anni che nel corso della vita hanno subito qualche forma di molestia sessuale e si stima che siano 3 milioni 118mila le donne (15,4%) che le hanno subite negli ultimi tre anni. Circa 1 milione 173 mila donne fra i 15 e i 65 anni hanno subito ricatti sessuali sul posto di lavoro nel corso della loro vita lavorativa. I dati forniti dall’Osservatorio Regionale Antiviolenza (O.R.A.) della Lombardia indicano che nel solo 2018 sono state oltre 17mila le prestazioni erogate dai Centri Antiviolenza, tra consulenza psicologica e legale, consulenza sociale, oltre a colloqui e ascolti telefonici.

Il fenomeno rappresentato da questi cenni statistici diventa ancora più drammatico pensando all’aumento di casistiche registrate nel periodo di lockdown, a testimonianza che purtroppo le misure poste in essere per combattere la pandemia COVID-19, costringendo a convivenze forzate in spazi spesso limitati, hanno aumentato gli episodi di violenza sulle donne.

Le istituzioni e l’opinione pubblica nel corso degli ultimi anni hanno sviluppato una maggiore sensibilità e una crescente attenzione sul fenomeno della violenza di genere. Emersione del fenomeno, accesso a dati e statistiche che possano permetterne una profonda comprensione, supporto alle strutture di sostegno, nuove forme di collaborazione tra Istituzioni/ Imprese/ Associazioni sono tutte misure necessarie ed improcrastinabili per combattere realmente questa odiosa forma di violenza. Questo impegno è parte essenziale di quel generale sforzo di promozione di quei valori di uguaglianza sociale e protezione dei diritti umani che pur essendo fondanti della nostra società, rimangono sempre imperfetti nel loro compimento ultimo.

In risposta a queste esigenze, “Per Milano” Onlus ha definito il programma “Costruire un futuro per le donne vittime di violenza”, che ha l’obiettivo di:

  • farsi parte attiva nella raccolta di progetti ad elevato impatto sul territorio della Città Metropolitana di Milano;
  • offrire a quanti più progetti possibile le risorse necessarie per la loro realizzazione;
  • supportare il cambiamento culturale e l’elaborazione di nuove strategie di contrasto favorendo la conoscenza, il confronto e il dibattito sul fenomeno.

Per realizzare tale programma Per Milano ha costituito un Fondo solidale destinandolo al sostegno di iniziative e progetti di utilità sociale che rispondono ai bisogni della comunità nel territorio della Città Metropolitana di Milano, dotandolo di un patrimonio iniziale di 100.000 euro quale garanzia, nel lungo periodo, del sostegno ai progetti avviati dal Fondo stesso. E’ stato inoltre creato un Comitato di Gestione del Fondo di cui fanno parte Anna Maria Tarantola Presidente di Per Milano, Elisabetta Magistretti ed Elena Jacobs, Consigliere di Per Milano e Massimo Leopizzi, Consulente di Per Milano.

Per Milano ha stretto un accordo con uno dei più importanti operatori del sociale della Città Metropolitana: Fondazione di Comunità di Milano. I due enti metteranno a disposizione le loro competenze, la capacità di ascolto ed animazione del territorio, le relazioni con il tessuto economico ed imprenditoriale e tutto quanto necessario al successo di un’iniziativa che si configura come unica nel suo genere tra quelle dedicate a questo importante tema.

Allo stesso tempo “Per Milano” ha stabilito un accordo di collaborazione con Be Shaping The Future, società di Management Consulting quotata alla Borsa Italiana, che nell’ambito della sua attività nel sociale metterà a disposizione strumenti e competenze per la realizzazione di analisi, studi ed interviste sino all’elaborazione di un rapporto completo sulle dimensioni e sulle possibili strategie di contrasto al fenomeno della violenza di genere.

Il programma è stato pensato come un percorso multidisciplinare con interventi distribuiti sull’intero 2021 per garantire il massimo impatto, declinati su queste linee di azione:

  • Lancio di un bando rivolto ad enti privati senza scopo di lucro ed enti pubblici (che dovranno presentarsi in partenariato con enti privati) per il sostegno di iniziative di contrasto della violenza di genere dedicate al territorio della Città Metropolitana di Milano.
  • Creazione e gestione di una campagna di raccolta fondi rivolta ad aziende e soggetti privati per il finanziamento delle iniziative individuate dal Bando.
  • Organizzazione di un evento con il coinvolgimento di artisti di fama nazionale e internazionale a sostegno della raccolta fondi nel mese di giugno. Il concept prevede un evento di tipo digitale che nasce a Milano, per Milano, ma è destinato ad avere una forte risonanza in tutto il Paese.
  • Organizzazione e gestione di una campagna di sensibilizzazione e confronto - da gennaio a novembre - con il coinvolgimento dei principali protagonisti della lotta alla violenza di genere individuati negli ambiti istituzionale, civile, giudiziario, sociale. Attraverso il dialogo con giornalisti professionisti secondo il format del talk digitale, ci sarà la possibilità di approfondire le diverse dimensioni del fenomeno. Tali contenuti, oltre ad essere trasmessi in streaming - saranno resi pubblici attraverso una APP dedicata.

Eventi digitali

Parliamo con i protagonisti della lotta contro la violenza sulle donne. Comprendere le varie sfumature del fenomeno ci aiuterà a cambiare.

Per seguire i nostri talk, ogni martedì e giovedì alle 18:00, collegati al seguente link:
Link Evento
  • Redazione e presentazione di un “rapporto” dedicato a conoscere e analizzare il fenomeno in ogni sua dimensione e corredandolo di un ampio insieme di possibili spunti di intervento. Questo contributo prevede (A) la raccolta e l’elaborazione di dati quantitativi rivenienti sia dalle fonti dati di istituzioni pubbliche (B) sia dalla disamina di risorse nonché la rielaborazione di tutti i contenuti emersi nel corso dei talk. Particolare attenzione sarà dedicata alla comparazione della dimensione locale Milano vs, Città Metropolitana e della dimensione locale Milano vs realtà nazionale. Sono previsti inoltre due diversi momenti di condivisione delle informazioni che avverranno sia di concerto con la data di svolgimento dell’evento che, per la presentazione finale, in corrispondenza della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne (25 Novembre).

Fondo per Milano